BeccoGiallo Edizioni, ecco due volumi che non possono mancare nella vostra libreria

tempo di lettura: 8 minuti

BeccoGiallo Edizioni si conferma come una delle realtà editoriali italiane più vicine alla nostra cultura. E lo fa con due progetti, distanti fra loro come esperienze ma accomunati dalla stessa voglia di ricerca e di valorizzazione di questo movimento culturale ormai assorto a imponente fenomeno commerciale e sociale.
Il primo di cui vogliamo parlare è Dante a tempo di rap, un volume ispirato al concept album Infernvm di Murubutu e Claver Gold, disco dove i due rapper raccontano in chiave contemporanea alcune delle figure più iconiche dell’opera dantesca, da Caronte a Taide, da Paolo e Francesca ad Ulisse. Attraverso, è bene ricordarlo, i suoni ed il linguaggio tipico del rap, quindi ricollocando la classica terzina dantesca in una più consona struttura metrica. Un lavoro notevole di cesello ed un percorso nobile ed ambizioso, come del resto ambizioso è il libro di cui stiamo trattando, dove con il supporto fondamentale di Patrick Cherif, docente universitario e youtuber, gli stessi autori commentano e spiegano i tredici brani del disco confrontandoli con gli originali della Divina Commedia. Intervallati dai meravigliosi disegni di Roby il Pettirosso, all’anagrafe Ernesto Anderle, che avevamo già avuto modo di conoscere per Murubutu, racconti illustrati e che in questa occasione accompagnano graficamente l’incedere delle storie. In una sorta di parallelismo che non ha ovviamente l’intento di trasformare nulla né di ricalcare pedissequamente il viaggio compiuto da Dante bensì di attuare un processo di attualizzazione dei fatti narrati attraverso rimandi e riprese lessicali, e nuove intuizioni linguistiche. Per scoprire poi che in fondo i personaggi protagonisti dei canti dell’Inferno riassumevano già buona parte dei problemi dell’uomo contemporaneo, e sono capaci ancora oggi di conservare e rivendicare la loro grandezza di costruzione nel contesto attuale (ben più misero di allora?).
Inutile consigliarvi che la migliore esperienza possibile per godere pienamente della fruizione di questo volume è quella di leggerlo accompagnato dall’ascolto di Infernvm, per cui chi non possiede ancora il disco può recuperarlo sul sito dell’etichetta, Glory Hole Records.
Per concludere, un progetto che si inserisce all’interno delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta e che ricorda come la Divina Commedia sia un’opera fondamentale della lingua italiana, e che dovrebbe essere studiata ed amata da tutti, adulti, adolescenti e rapper. Ma sull’ultima categoria nutriamo forti dubbi.

Il secondo libro invece è di Paolo Gallina ed Antonio Solinas, The Notorious B.I.G. – il cielo è il limite, che dopo 4 anni chiude (idealmente e per ora) il cerchio con l’altra graphic novel dedicata a 2Pac, Tupac Shakur – solo Dio può giudicarmi, una sorta di seguito ideale che non poteva certo mancare se teniamo conto di come e quante volte i destini dei due pesi massimi del rap si siano intrecciati nel corso delle loro (brevi) esistenze. The Notorious B.I.G. – il cielo è il limite è una biografia a fumetti che racconta la complessa vita di Christopher George Latore Wallace, l’infanzia difficile ed un’adolescenza bruciata dall’arresto per spaccio, la scoperta del suo enorme talento, l’incontro con Puff Daddy, la Bad Boy Records, gli inizi di una delle rivalità più famose della storia della musica, quella fra il sound della East Coast e West Coast, fino al tragico epilogo dopo un’esistenza durata solo 24 anni e con un solo disco all’attivo, Ready to Die, divenuto subito un classico del rap mondiale. Infatti le ventiquattro tracce del secondo album, Life After Death (titolo più che premonitore) erano già pronte ma il disco venne pubblicato sedici giorni dopo la sua scomparsa. Una storia quindi che attraversa e interseca un’epoca irripetibile dove il rap riuscì ad uscire dal mondo della black culture e dalle aree suburbane per diventare la nascente cultura dominante. E perfettamente narrata dai due autori, la cui sinergia creativa così come nel volume precedente, funziona ancora alla grande: le tavole di Paolo Gallina, cofondatore del collettivo Super Squalo Terrore, sono perfettamente funzionali (e senza eccessivi fronzoli) allo storytelling curato da Antonio Solinas, che ha fatto un grosso lavoro di ricerca di fonti e documentazione per rappresentare in maniera accurata e soprattutto fedele un progetto del genere. Lo trovate sia nelle librerie fisiche che online, oppure potete acquistarlo direttamente sul sito di BeccoGiallo Edizioni



 

BeccoGiallo è una casa editrice italiana specializzata nella produzione e nella pubblicazione di libri a fumetti. Nata nel 2005 in provincia di Treviso, oggi è attiva a Padova. Il suo nome è un omaggio alla coraggiosa esperienza editoriale del foglio satirico antifascista “Il Becco Giallo”, che negli anni Venti del secolo scorso utilizzava il disegno – assieme all’inchiesta giornalistica scritta – per criticare e incalzare il Potere: il suo simbolo era un merlo nero, con il becco sempre aperto a voler gridare le verità che si volevano invece a quel tempo negare. Con le sue prime pubblicazioni, dedicate ai più dolorosi fatti di cronaca italiana, come l’uccisione per mano mafiosa del giovane giornalista e attivista Peppino Impastato, o quelle dei giudici palermitani Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e con la ricostruzione in chiave giornalistica di eventi che hanno scosso l’opinione pubblica e segnato per sempre la storia del nostro Paese, come le vicende di Piazza Fontana e Piazza della Loggia, La strage di Bologna e Ustica, l’uccisione della giornalista Ilaria Alpi e quella del poeta e regista Pier Paolo Pasolini, o con le inchieste a fumetti legate alla storia nazionale più recente, come i fatti del G8 di Genova nel 2001, la casa editrice si è guadagnata il premio come Migliore Iniziativa Editoriale dell’anno a Lucca Comics & Games 2007 “per l’impegno, la coerenza e il coraggio dimostrato in un contesto politico e sociale dove è diventato troppo facile dimenticare.” BeccoGiallo pubblica oggi una ventina di titoli all’anno, distribuiti nelle sue diverse collane, dal Graphic Journalism ai libri pensati per i bambini, dalle biografiealla fiction, fino al nuovo mondo dei Webcomics.

 

 

Previous Story

Il Tecniche Perfette finalmente è ripartito, ne parliamo con Mastafive

Next Story

Il “Diario Notturno” di Little Tony Negri