Mirko Reisser – [Daim] 1989-2014

tempo di lettura: 2 minuti

Daim è Daim, punto. Classe 1971, nato a Luneburg, in Germania, è universalmente noto per il suo stile 3d che lo ha reso uno dei migliori writers al mondo, lavorando in modo totalmente innovativo sui processi di costruzione e decostruzione delle lettere, le quattro lettere che compongono la sua tag, in una sorta di formazione astratta che però svela tutta la componente tangibile che c’è dietro le sue opere tridimensionali. Questo libro è la pubblicazione più completa sull’artista tedesco, partendo dal 1989, anno in cui risalgono i suoi primi lavori in spazi pubblici fino ad arrivare al 2014, anno di edizione del volume. Un periodo di 25 anni coperto in modo dettagliato, muri, tele, sculture, lavori grafici, più di 300 foto alcune mai pubblicate prima, che includono anche un making of dei lavori per comprendere meglio il “dietro le quinte”.
Come affermato dall’artista in una recente intervista, Daim ha iniziato a dipingere relativamente tardi, verso i diciassette anni, dato che prima era completamente assorbito dalla musica hip hop (nota di colore, ha creato il suo primo pezzo insieme a Björn Warns – oggi noto come Schiffmeister del gruppo hip-hop tedesco Fettes Brot – su un pilastro di alimentazione dietro casa dei suoi genitori, e si firmava ancora Caza). Poi ha spinto sull’acceleratore ed in pochissimo tempi i risultati sono quelli che lo hanno consacrato al mondo. Visionario e futurista.
Pubblicato da Drago nel 2014, in lingua inglese, il volume (grande formato, 25×32 cm)  consta di 320 pagine e lo potete ancora ordinare sul sito della casa editrice.

Non ho mai avuto paura del futuro. Forse questo è stato utile. Conosco molte persone che non sono riuscite a percorrere questa strada perché la loro paura del futuro era troppo grande.
Daim

 

Previous Story

Dj Fede – Still From The 90’s

Next Story

Jeff Chang – Can’t stop won’t stop. L’incredibile storia sociale dell’hip-hop