La nuova edizione di Street Fighters

Manca un mese al debutto della nuova edizione di Street Fighters, che si lascia alle spalle la denominazione European Tour per quella di World Tour, vista l’adesione di Giappone Messico. Non è poi da escludere la possibilità di inserimento a sorpresa di altri paesi in corso d’opera. Il World Tour inizierà proprio dal Giappone ed in base alle linee programmatiche abbraccerà sempre più nazioni, anche in Europa; nella fattispecie GermaniaCiproSlovenia edAustria, cercando sempre il miglioramento nell’organizzazione e la crescita della scena. La possibilità di un confronto così ampio vuole creare stimoli, interesse, voglia di assistere e partecipare.
Sarà un anno di grandi novità, con il fotografo francese di fama mondiale Little Shao che seguirà tutto il tour e con la percezione che dall’estero si stia finalmente considerando l’Italia non solo come terreno di conquista, bensì come polo in grado di ritagliarsi un posto al sole nello scacchiere mondiale della street dance. Siamo certi che le crew estere saranno molto più preparate e motivate a togliere il titolo a quelle italiane e di certo più curiose e proiettate a vivere appieno l’esperienza tricolore. Street Fighters & The Week non è infatti soltanto un contest, ma un punto di aggregazionecondivisione e divertimento.
Per quanto riguardo la scena italiana, abbiamo istituito una zona aggiuntiva, per dare a più crew la possibilità di raggiungere la World Final del 20 luglio, eliminando alcuni step intermedi in alcune zone e ponendo direttamente la finale di zona come unico ostacolo alla finalissima di Cesenatico.
Street Fighters Junior è già programmato per il 7 aprile a Cervia @ Forever Young; in generale tutto il calendario è già pianificato per dare tempo e spazio a tutti di esserci, ricordando che a passare il turno saranno comunque i più meritevoli.
Cosa ci aspettiamo? Entusiasmovogliaconfrontoalto livello e maggior fame rispetto alle edizioni precedenti, consapevoli che Street Fighters è solo un evento Hip Hop, ma sta segnando la propria epoca di riferimento.
L’Italia resta sempre al centro di tutto, sono ‘gli altri’ a dover venire da noi, a confrontarsi con le nostre regole, nelle nostre piazze, davanti alla nostra gente.
Nessun favoritismo, nessuna venerazione, tanto rispetto e considerazione.
Nel cerchio “carta vetrata”, fuori dal cerchio havin’ fun, gioia e positività!

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.