STOP AL MASSACRO DI GAZA, dillo attraverso l’hip hop

La guerra nella Striscia sta sfiorando i livelli più brutali di violenza. L’esercito Israeliano, dopo l’incessante attacco aereo e marittimo è entrato con i cingolati nel territorio gazawi, divertendosi anche a terrorizzare la popolazione inerme con annunci vocali: “Le porte dell’inferno sono aperte e sta arrivando verso i figli di Hamas”. I gazawi, com’è noto, non possiedono un esercito per difendersi, tanto meno possono scappare dalla Striscia. Così, mentre Hamas, dalle cui violenze devono esser prese assolutamente le distanze, è al sicuro in un bunker, il popolo inerme viene massacrato, per l’ennesima volta, sotto gli occhi del mondo. Malgrado la gravità della situazione, i nostri mass-media continuano a diffondere una realtà distorta e asservita ai ritorni economici di Stato. Quando fu consumata la Shoa, poteva pure passare il fatto che i popoli non sapessero precisamente cosa stava succedendo a causa di carenza di informazione. Oggi no. Sappiamo tutto e non possiamo rimanere impassibili. Al fine di diffondere e mettere il maggior numero di persone a conoscenza di questa situazione, abbiamo pensato di raccogliere vostri contributi diretti: vi preghiamo di inviare in redazione o postare sulla nostra pagina facebook vostre immagini, foto di vostre creazioni, qualsiasi vostra idea che simboleggi Gaza e la Palestina. Oppure immagini che rappresentino la contrarietà israeliana alla violenza. Un foglio scritto, una sciarpa, una bandiera, un graffito o qualsiasi altra opera della vostra creatività. L’hip hop ripudia la violenza e la guerra. YO.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.