Barry Convex pubblica Decrypted, il rap che incontra la fantascienza

“Dicevano democrazia e ci hanno dato le bombe, e poi migranti in fuga con i soldi per Caronte, e poi bianchi impauriti con le tasche sempre più vuote e la S del serpente stampata sulle banconote…”

A distanza di circa 11 anni dal suo ultimo album (Al di là del previsto, Grande Onda 2007) torna a farsi sentire Barry Convex, membro fondatore della storica formazione romana Gli Inquilini. Lo fa con Decrypted, prodotto di 11 tracce interamente pubblicato online, impreziosito dagli scratch di dj FastCut e da una strofa del Profeta Matto, anche lui tra i membri originari de Gli Inquilini. Le produzioni sono state selezionate sul sito allroundabeats.com; mix e mastering invece, sono stati curati da Mirko Kiave al Macro Beats Studio di Milano. Caratterizzato da una visione distopica e deformata del nostro presente, Decrypted è un racconto di fantascienza a puntate, dove i protagonisti sono esseri umani ibridi, intelligenze artificiali corrotte, neo divinità. Siete curiosi? Potete ascoltare il tutto su SoundCloud, oppure su Youtube. Di seguito, invece, la pagina Facebook dell’artista: www.facebook.com/BarryConvex

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.