Endi, “Ci vorrebbe la felicità”

“Ci vorrebbe la Felicità” è il secondo disco ufficiale di Endi, esponente hip hop del Lago di Garda e classe ’86. L’album, proposto dall’etichetta “Terapia D’Urto”, è un mix musicale che parte dall’Hip Hop per toccare poi sonorità Reggae, Dance e Pop. Le atmosfere variegate danno vita un disco fresco in cui la Black Music viene a contatto con contaminazioni esterne senza mai snaturare la sua essenza originale.
Oltre a un impianto sonoro estremamente ricercato, “Ci vorrebbe la Felicità” si propone come vero e proprio messaggio positivo a favore delle cose vere e semplici. La critica al mondo di oggi, con le sue frivolezze e le sue falsità, diventa uno stimolo per imparare davvero l’arte della felicità. Senza surrogati, senza lussi e senza bugie. “Ci vorrebbe la Felicità” diventa così ricerca personale del “vivere”, lontano da un mondo che ci rende schiavi. L’album è empatico e si pone come voce alternativa rispetto alle generazioni di oggi sempre più attaccate all’effimero e ai social network.
Il disco, avvalorato in alcuni estratti dalla voce della cantante torinese Glora B. Vega, è accompagnato dal videoclip di “I Love Bombolone” realizzato da Train’s Explosion per la regia di Danny Rambaldo. Il singolo parla in maniera ironica di legalizzazione e, attraverso una metafora, il krapfen diventa simbolo della marijuana, consumata da tutti di nascosto e incoerentemente circondata da pregiudizi.