Il nuovo album della Casa degli Specchi: Putin

CDS_grupp-1

La Casa degli Specchi, collettivo rap/situazionista dell’estremo ponente ligure, pubblica il suo secondo album “PUTIN”, disponibile in free download e accompagnato dal video del nuovo singolo “Leningrado (Cover)”. Paradossi linguistici, carrellate di citazioni e giochi ottici, sono i tratti caratteristici dello stile del gruppo, che si consolida in questo nuovo lavoro dalle atmosfere sovietiche. Dopo l’album d’esordio Gunnar, ancora una volta la CDS riesce a sparigliare le carte e proporre dei pezzi lontani dagli stereotipi del rap. Una scelta palingenetica che può piacere o meno, ma sicuramente lo stile è unico. Come per i primi lavori, “qui non ha casa il senso comune ma un progredire attraverso i beat, in mezzo a fumose concatenazioni, per arrivare a un altro senso delle cose” (Massimo Argo, Iye zine, 2014). Il tentativo è di creare qualcosa di nuovo e tra le 13 tracce – tutte rappate da Alex Antonov, Janeosa, Roggy Luciano e prodotte e tarallate da Erma – si trovano diverse sperimentazioni. PUTIN è disponibile in freedownload sul sito www.casadeglispecchi.it
In linea con lo spirito del collettivo, PUTIN esce inoltre accompagnato da una nota ufficiale della CDS che riportiamo come segue:

 “La Casa Degli Specchi, collettivo rap/situazionista, è lieta di comunicare l’uscita del nuovo disco “Putin”, Manifesto d’azione filosofica e deontologica per le donne e gli uomini del XXI secolo. Contestualmente alla pubblicazione del disco la CDS dichiara la rinunzia, da parte dei propri componenti, alla cittadinanza ed al passaporto italiano, come gesto di protesta estrema nei confronti di un paese che ha smesso di dar voce agli strati più bassi della popolazione e ad Andrea Roncato.  In lotta per il bello, per l’estetismo assoluto della diffusione e del consumo anche a pranzo dello Spritz, per una nuova visione situazionista di irredentismo umano e sociale, per una nuova Bauhaus panpsichica.

La Casa degli Specchi – profilo del collettivo

 La CDS nasce nel 2010 in quella strana e sdrucciolevole terra che è l’estremo ponente ligure, dove decenni prima nasceva il movimento filosofico letterario divenuto noto come “Situazionismo”. Una terra e un destino quello della CDS che non ha potuto che abbracciare gli stessi ideali nel tentativo di diffonderli al mondo intero. Questo è più o meno lo scopo di Alex Antonov, Janeosa, Roggy Luciano ed Erma che, abbandonate le precedenti carriere, amici e famiglie, si sono buttati in questa avventura. PUTIN è il secondo album del collettivo che segue a GUNNAR, pubblicato nel 2013. La discografia si amplia con i lavori usciti a nome dei singoli componenti (più di una dozzina in totale) e le “CDS ORCHESTRA”, raccolte strumentali con beat di Erma e GyLuciani. “Durante una serie cospicua di simpatiche bevute è pian piano emersa la voglia di provare ad unire in un unico calderone Toulouse Lautrec e Daz Dillinger, Mia Ceran, Guy Debord e Tupac. E’ così che abbiamo sviluppato quell’idea di “alto e basso”, quella commistione di cazzate sesquipedali, concetti e citazioni che fanno sorridere amaramente chi ci ascolta.” (Janeosa)