“Kings”, il primo singolo firmato da Chuck D e gli Impossebulls

Single_KINGS_Digital_CoverLa crew di The Long Road annuncia l’uscita e la distribuzione internazionale su SLAMjamz Records di “Kings”, il primo singolo firmato da Chuck D e gli Impossebulls, estratto dalla colonna sonora del documentario “The Long Road to the Hall of Fame” composta da Fabrizio Puglisi, prodotta e registrata da Andrea Scardovi presso DunaStudio.
Dato che tutto questo è cominciato con una storia da raccontare, non è poi strano che anche questo singolo ne abbia una tutta sua. Nella primavera del 2014, il leader dei Public Enemy prende visione del documentario dedicato a Malik Farrakhan e decide di rispondere alla chiamata del filmmaker indipendente Reda Zine, offrendo un brano inedito e distribuzione tramite la sua etichetta indipendente. “Kings” brano che accompagna i titoli di coda del film, è il primo singolo pubblicato dalla colonna sonora e porta la firma di Chuck D e degli Impossebulls, un gruppo di rapper che si distingue per lo stile politicizzato e la struttura aperta del suo vasto collettivo. Nel giugno del 2014, il progetto subisce una nuova inaspettata svolta, quando una data del tour mondiale dei Public Enemy tocca la città di Bologna, sede della crew di The Long Road. È allora che il team di Undervilla, unità tecnica del film, ha l’idea di sfruttare la situazione per girare un videoclip. Diretto da Davide Polato e supportato da tutta la squadra di Undervilla (il secondo regista Matteo Uzzi Bombarda e il cameraman Arturo Bernardi), il videoclip di “Kings” è girato in due parti. La prima, contenente le immagini con il gruppo degli Impossebulls, è stata girata dal regista C-Doc aka David Snider in Ohio, nella cittadina di Alliance che ha dato i natali a Malik Farrakhan e a Canton Ohio, sede della Pro Football Hall of Fame. La seconda parte è invece girata a Bologna, in soli due giorni, coinvolgendo sia Malik che Chuck D durante il loro breve passaggio nel capoluogo emiliano. A fornire da setting alle riprese la Hall of Fame della SPA crew, storico collettivo di writers bolognesi, maestri del lettering nostrano come Deemo, Rusty e Ciufs, che per l’occasione hanno scenografato il videoclip con un murale dedicato, lasciando alla città un indelebile segno del passaggio di questa storia. Al prossimo capitolo, restate connessi.