A tre anni da “Tornasole”, Anansi torna con “Inshallah”

anansi_inshalla.jpg___th_320_0A tre anni dall’uscita di “Tornasole”, Anansi tornerà con il singolo “Inshallah” la cui uscita è prevista per l’11 aprile 2014. Nel brano si è avvalso della collaborazione del celebre rapper e cantautore Ghemon. L’album omonimo prodotto da Piero Fiabane  la cui uscita è prevista per il 22 aprile e distribuito da Believe Digital, è stato concepito, scritto, composto e quasi interamente suonato da Anansi. L’album è frutto di una profonda elaborazione personale, un viaggio nell’anima rinnovata di Anansi che, attraverso diversi generi della black music e qualche incursione nel pop, ripercorre le tappe della propria maturazione musicale e umana. La supervisione e la co-produzione artistica di questo nuovo album sono state affidate al maestro Fio Zanotti che ha saputo preziosamente arricchire e completare il lavoro di Anansi. Alcuni brani del disco vedono inoltre la partecipazione di grandi musicisti italiani quali Alberto Marsico all’hammond, Paolo Legramandi al basso, Davide Ghidoni alla tromba, Stefano Pisetta alla batteria e Gnu Quartet.


 

BIOGRAFIA
Stefano Bannò alias Anansi nasce a Trento nel 1989 da genitori siciliani. Fin dall’infanzia, dimostra un’inclinazione naturale verso la musica e in particolare verso la composizione. Dal suo primo contatto con la musica all’eta’ di 9 anni, impara gradualmente a suonare chitarra, basso e percussioni e all’età di 13 anni comincia a cimentarsi nella composizione dei suoi primi pezzi originali. Due anni dopo fonda i Buffalo Soldiers e inizia a esibirsi in live inizialmente in tutto il Trentino – Alto Adige e poi in tutto il Nord Italia. Nel 2006 si trasferisce in Irlanda, dove scopre nuovi aspetti della sua musica e della sua vita artistica. Mentre frequenta l’ultimo anno di scuola superiore ed ha ancora 17 anni, suona in un pub di Carlow ogni lunedì sera per guadagnarsi qualche soldo, fingendo di essere maggiorenne. Durante la sua permanenza all’estero, suona nelle strade di Londra, Dublino, Galway e Kilkenny, sempre in viaggio con uno zaino e una chitarra. Si trova in Irlanda quando sceglie il suo pseudonimo Anansi e la sua scelta è confermata da uno strano sogno sui ragni. Anansi è infatti una creatura della mitologia afro-caraibica descritta come un ragno che può assumere qualsiasi sembianza desideri. All’apparenza piccolo e debole, riesce sempre ingannare i suoi nemici con la sua proverbiale astuzia, mai con la violenza. Si esibisce con il cantautore Joe Cleere e si unisce alla band reggae di Kilkenny Ghost Town. Suona in giro per il sud-est d’Irlanda e registra il suo primo album solista. Tra agosto e ottobre 2008 Anansi collabora con l’etichetta indipendente tedesca Big Belly Records e scrive il pezzo “Love me or leave me alone”, la sua prima uscita ufficiale. In giugno 2009 esce il suo primo album solista “Anansi” con Distar Records. Si esibisce nell’estate 2009 al Calabash Club di Berlino con Fire Foundation e I-Shence e a festival come il “Rototom Sunsplash”, “Rafanass 2009” (in apertura a Anthony B), “Wintersplash 2010” e “MI AMI ANCORA”. In luglio 2009 entra nella band ROY PACI & ARETUSKA, la più famosa reggae/ska/patchanka band italiana, come MC/Vocalist e si esibisce in tutta Europa, suonando a importanti festival come Nuke Festival (Wiesen, Austria), Das Fest (Karlsruhe, Germania), Le Nuits Du Sud (Vence, Francia), Musica del Mondo (Isola d’Elba, Italia), Demofest (Lamezia Terme, Italia), La Mar de Musicas (Cartagena, Spagna), Fiesta de Santiago (Santiago de Compostela, Spagna), Salento Summer Festival (Lecce, Italia), Etnafest (Catania, Italia), Negro Festival (Salerno, Italia). In ottobre 2009 suona con Roy Paci & Aretuska a New York e nel New Jersey. Nel maggio 2010 esce “Latinista” di Roy Paci & Aretuska, in cui Anansi affianca il musicista siciliano come co-interprete e co-autore. Durante il rispettivo tour promozionale “Mundo Tour”, la band fa tappa in molte città italiane in occasione di eventi molto importanti, come il “Primo Maggio” di Roma, il “Womad Festival” a Palermo e gli MTV Days a Torino. In ottobre 2010, insieme agli Aretuska, Anansi partecipa a HitWeek, durante la quale ha modo di esibirsi nei celebri club “Le Poisson Rouge” di New York City ed “El Rey Theatre” di Los Angeles, dividendo il palco con Negrita ed Apres La Classe. Nel 2011 Anansi partecipa al 61° Festival di Sanremo nella sezioni giovani con il brano “Il sole dentro” contenuto nel suo secondo album di inediti “Tornasole” uscito per Atlantic/Warner Music e ricco di diverse collaborazioni fra cui Frankie Hi-NRG, Bunna degli Africa Unite e gli amici Bastard Sons Of Dioniso. Durante la primavera-estate 2011 parte il “Tornasole Tour”, durante il quale Anansi, accompagnato dalla sua band (formata allora dal batterista dei Negrita Cristiano Dalla Pellegrina, l’ex Aretuska Marco Calabrese alle tastiere e i componenti storici Tomas Pincigher alla chitarra e Stefano Anderle al basso), si esibisce in tutta Italia e ha il grande onore di partecipare insieme agli amici Bastard Sons Of Dioniso alle aperture dei concerti di Robert Plant e Ben Harper a Milano e Roma. Nel novembre 2011 partecipa insieme ad altre band trentine a una tournée di 6 date in tre stati del Sud del Brasile. Nell’aprile 2012 il brano “Never Trust A Woman”, scritto, composto e interamente suonato da Anansi, viene inserito all’interno della colonna sonora del film “Poker Generation”.