Potere alle parole, beat e rime contro le discriminazioni

logopoterealleparoleDopo gli eccellenti risultati dei primi incontri nello scorso mese di dicembre, il progetto riparte con nuovi progetti annunciati per gennaio e febbraio 2014. Rap nelle scuole. Il progetto “Potere alle parole” nasce con l’obiettivo di destrutturare, attraverso laboratori educativi musicali, gli stereotipi e i pregiudizi alla base delle discriminazioni per origine etnica, orientamento sessuale, identità di genere, convinzioni personali, disabilità. Cuore del progetto, il linguaggio musicale che oggi più di ogni altro racconta le istanze, le contraddizioni e le urgenze di una società in profonda transizione. E nello stesso tempo il linguaggio che più efficacemente raggiunge cuore e mente delle giovani e giovanissime generazioni: l’hip hop. Il progetto è incentrato sulla forza comunicativa della musica rap. È innegabile infatti che questo genere negli ultimi anni abbia assunto, nel nostro paese, le dimensioni di fenomeno dirompente, con una grande capacità di coinvolgimento e di veicolazione di temi e questioni, ma molto spesso lasciato all’incuria di autori dediti al facile contenuto commerciale. Il recupero del rap come tecnica del comporre e del declamare declinata a messaggi di non discriminazione ha la capacità di coniugare efficacia comunicativa e poesia a temi quanto mai attuali e cruciali per le giovani generazioni. Il progetto, che ha preso il via a dicembre 2013 in 5 Istituti Superiori di città del centro e sud Italia – Roma, Avellino, Bari, Cosenza, Palermo – e terminerà a Febbraio 2014, prevede la realizzazione di otto incontri laboratoriali tenuti da rapper, per l’occasione in veste di insegnanti. I destinatari del progetto sono gli studenti del 3°/4° anno. I rapper-docenti coinvolti da Amir Issaa, direttore artistico del progetto, sono, oltre ad Amir stesso: Ghemon, Kiave, Mad Buddy, Mistaman, ciascuno “assegnato” a una scuola. Il percorso didattico è incentrato sull’approfondimento di alcune parole: partendo da alcuni termini-chiave si sviluppa una riflessione su linguaggio e tecniche di scrittura, nonché sugli elementi tecnico/espressivi della composizione musicale. Il tutto condito da tanta musica: i rapper donano ai ragazzi le basi sulle quali esercitare la propria creatività. Alla fine degli incontri il rapper di riferimento per ogni scuola valuterà il miglior testo tra quelli prodotti dagli studenti e una giuria premierà il pezzo più significativo, che verrà registrato e diventerà la colonna sonora della “Settimana d’azione contro il razzismo 2014”. In ciascuna delle 5 scuole coinvolte si realizzano 8 incontri laboratoriali rivolti a studenti del 3° o 4° anno. I laboratori, che hanno avuto inizio nel mese di dicembre 2013, si svolgono in due pomeriggi per ogni scuola, vengono gestiti da un rapper e, per la parte iniziale, da un operatore dell’associazione “Il Razzismo è una brutta storia”, alla presenza di un docente, e prevedono la partecipazione di un massimo di 30 studenti.

GENNAIO 2014

LAZIO – Docente: Amir

I.T.S. “J. Von Neumann” – Via Pollenza, 115 Roma

Lunedì 27 e Venerdì 31

PUGLIA – Docente: Mistaman

IPSIA “Santarella”- Via Giuseppe di Vagno, 10 Bari

Martedì 28 e Mercoledì 29

CALABRIA – Docente: Kiave

Istituto Istruzione Superiore “Enzo Siciliano” – Contrada Forestella, Bisignano (Cosenza)

Martedì 28 e Mercoledì 29

SICILIA – Docente: Madbuddy e Amir

I.P.S.S.A.R. “Paolo Borsellino” – p.zza Giovanni Bellissima, 3 Palermo

Martedì 28 e Mercoledì 29

CAMPANIA – Docente: Ghemon

Liceo Classico Statale “Pietro Colletta” – Via Francesco Scandone, 2 Avellino

Martedì 28 e Mercoledì 29

FEBBRAIO 2014

LAZIO – Docente: Amir

I.T.S. “J. Von Neumann” – Via Pollenza, 115 Roma

Lunedì 10 e Venerdì 14

Lunedì 24 e Venerdì 28

PUGLIA – Docente: Mistaman

IPSIA “Santarella”- Via Giuseppe di Vagno, 10 Bari

Martedì 11 e Mercoledì 12

Martedì 25 e Mercoledì 26

CALABRIA – Docente: Kiave

Istituto Istruzione Superiore “Enzo Siciliano” – Contrada Forestella, Bisignano (Cosenza)

Martedì 11 e Mercoledì 12

Martedì 25 e Mercoledì 26

SICILIA – Docente: Madbuddy e Amir

I.P.S.S.A.R. “Paolo Borsellino” – p.zza Giovanni Bellissima, 3 Palermo

Martedì 11 e Mercoledì 12

Martedì 25 e Mercoledì 26

CAMPANIA – Docente: Ghemon

Liceo Classico Statale “Pietro Colletta” – Via Francesco Scandone, 2 Avellino

Martedì 11 e Mercoledì 12

Martedì 25 e Mercoledì 26

Potere alle parole è un progetto di UNAR in collaborazione con l’associazione Il razzismo è una brutta storia e finanziato dal PON GAS FSE 2007-2013 ASSE D PARI OPPORTUNITA’ E NON DISCRIMINAZIONE OB. 4.2.

Media Partner Smemoranda. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.