Shtar Academy: un album prodotto in carcere, col supporto della scena hip hop francese

Shtar Academy è una crew nata tra le mura del carcere francese di Luynes, nel sud della Francia. I membri definitivi sono tre: Malik, Badri e Mirak. I ragazzi stanno lavorando da un anno alla realizzazione di un disco. Un disco prodotto dal carcere. Lo scorso 3 giugno 2013, si sono esibiti nel loro primo live, nell’atrio del carcere, filmato per il videoclip di Passez-moi le micro, primo singolo che anticipa l’album.

L’album è stato realizzato grazie al supporto di laboratori di scrittura, nell’ambito di una serie di attività che hanno riguardato tutti gli aspetti della realizzazione e l’uscita di un disco, comprese scenografia e coreografia di uno show. Hanno dato il loro contributo alcuni degli esponenti della scena hip hop francese, come Cut Killer, Kery James e Keny Arkana. Sono entrati in carcere per operare attivamente con i tre ragazzi. Wesh Les Taulards è il secondo singolo estratto, uscito lo scorso novembre.

Dal sito del progetto si tiene a precisare: “Contrariamente alle apparenze e ai luoghi comuni, questo album offre una diversità ricca e, forse, inaspettata. Sia in termini di suoni sia di testi. Naturalmente per i tre rapper, essendo detenuti, il carcere è necessariamente un riferimento forte, ma i loro testi trattano tanti temi e stati d’animo, che quasi ci si dimentica che il disco è stato progettato dietro le sbarre. A volte dai testi si esprime ansia o tristezza, soprattutto quando raccontano la vita dei loro cari che visitano regolarmente il carcere. Questo è il tema di Journey…”.
L’album è stato interamente realizzato in carcere, ma la vera forza del progetto sta in una eccezionale collaborazione dall’esterno, la cui energia è stata più forte delle sbarre. Mouloud Mansouri, ex detenuto, è presidente dell’Associazione Fu-Jo, che si occupa da anni di organizzare eventi culturali nelle carceri. La Fu-Jo produrrà il disco della Shtar Academy. Un album al quale hanno partecipato artisti della scena francese di tutto rispetto: Ladea, Medine, La Fouine, Lino, il Psy4 de la Rime, Niro, Nemir, Ekoué Rumor, Kery James, Ali, Joke, LECK, Keny Arkana, Orelsan. Le produzioni sono state affidate a Tony Danza, Cannibal Smith Blastar e Medeline.
Lo scorso 3 gennaio è uscito Les Portes du Pénitencier, terzo singolo estratto, in versione integrale, che anticipa l’album:

“Questa non è l’ennesima manovra di marketing – s’apprende dal sito della Shtar Academy  – ma è un importante atto sociale e di solidarietà”. L’album uscirà il 20 gennaio 2014 su iTunes. E’ possibile preordinarlo, cliccando qui  . Stay tuned.