FATTI DUE DOMANDE: PIOTTA

Che ansia le domande che devi farti da solo! Ho l’incubo dai tempi delle ospitate da Marzullo. Potrei pormi domande sui massimi sistemi o sul concetto di decrescita ma alla fine opterò per qualcosa di più rappuso, tipo…

E’ meglio l’hip hop anni 90 o l’hip hop oggi?

Premesso che è una domanda del cazzo ? risponderò che a me piace il futuro ed è per questo che guardo sempre avanti, anzi per autocitarmi “troppo avanti”. I tempi cambiano, tutto è in movimento e chi resta statico nel grande mare della vita muore affogando. Io invece nuoto, e anche bene. Evito come la peste serate in stile revival e frasi tipo “era meglio prima” oppure “ti ricordi quando…?” perché non le diceva nemmeno mia nonna e la stimavo molto per questo. La musica è la mia professione sia come musicista che come produttore ed il passato mi interessa quanto basta per conservarne un bellissimo ricordo umano rimanendo in contatto con quei compagni di viaggio che continuo a vedere e a cui sono affettivamente legato. Per il resto orecchie appizzate, maniche rimboccate e via a tutto gas verso il futuro. Poi è logico che tutto è migliorabile e che si tende sempre ad idealizzare la musica come da bambini si idealizzavano le proprie madri, sbagliando, ed infatti poi ti accorgi che la perfezione è un lusso che non compete all’arte ed in generale alla razza umana.

 

A proposito di futuro prossimo, che faccio questa estate?

Come musicista suonerò in tutta Italia per il tour “Odio gli indifferenti”. Rap e rock come piace a me ora, in compagnia di tutta la band. Due ore tra classici e brani degli ultimi due lavori. E’ il terzo giro di questo tour, come per il precedente “Suono Diverso”, per un totale di 150 date, davvero un’eccezionale performance considerando i tempi. E’ vero c’è la crisi ma ho cercato di viverla in primis come una grande opportunità, quella di rischiare e rigenerarmi con un nuovo suono ed una grandissima attenzione per i testi. Credo che i premi ed i riconoscimenti avuti sono il segno che il rischio paga due volte, creativamente e lavorativamente. Come label, La Grande Onda, stiamo seguendo con grande attenzione tanti artisti (andate sul sito che fate prima). Vi segnalo l’ultimo, Debbit, di recentissimo apparso su Mtv Spit ed il suo video “E’ il mio turno” in collaborazione con la federazione italiana wrestling! Ottima anche la sinergia con Hitmania, quella con il M.E.I. ed Audiocoop, quella quinquennale con Radio Città Futura e tante altre in dirittura d’arrivo.

 

Piotta