La Badu e i Cannabinoidi, i nuovi recettori musicali del cervello

{Benvenuti al cervello umano e nella scienza della dipendenza}
8 laptop – 3 giradischi – 6 tastiere – 4 drum machine – 1 Theremin

I cannabinoidi rappresentano un’esplorazione musicale della scienza della dipendenza. È la reazione sensazionale creata quando il sintetico si combina con l’organico. Nella realtà scientifica i cannabinoidi sono i recettori del cervello che permettono alla mente di elaborare le sostanze chimiche della cannabis contenenti specifiche proteine, responsabili degli effetti euforizzanti.

Da quì nasce il nuovo progetto musicale di Erykah che tenta di manifestare questi recettori con l’improvvisazione musicale. I cannabinoidi diventano così un gruppo di DJ e musicisti con sede a Dallas, che si concentrano sull’utilizzo di strumenti di produzione di musica black per produrre un suono psichedelico. Ad ogni membro del gruppo è stato assegnato un cannabinoide specifico (dandogli un ruolo musicale), sono recettori che servono da catalizzatore per ispirare la creazione in ogni altro producer creando un’esperienza psichedelica.

“L’idea, è quella di realizzare qualcosa di diverso, di nuovo, qualcosa che non è mai stato visto nè sentito prima… Volevo solo mettere un po ‘di fuoco sotto il culo a Dallas’, per ricordare a tutti chi siamo e cosa possiamo fare”, Badu dice “Ho unito un gruppo di artisti di talento conosciuti nel mio percorso musicale, soprattutto durante le collaborazioni maturate nell’ultimo album del 2008 New Amerykah, parte I.

Il collettivo è attualmente in tour, vantano un impressionante curriculum, in particolare Picnic (nome cannabinoide: Marinol) che ha recentemente prodotto tracce per Kid Cudi, Rick Ross e Devin the Dude; poi c’è Symbolyc One (nome cannabinoide: Nabilone), che ha prodotto singoli per Jay-Z e Beyonce ottenendo recentemente la sua prima nomination ai GRAMMY per  la produzione di Kanye West “Power”.


“Stiamo presentando qualcosa al mondo che nessuno può aspettarsi perchè cambierà ad ogni live, non ci sono regole. È speciale perché i Cannabinoidi non sono davvero musicisti – sono produttori e scienziati con un talento naturale applicato sulle loro macchine. La cosa pazzesca è che è partito tutto come un gioco”, continua “La nostra musica funziona davvero come un cervello, ha tutti dei nodi, e stiamo creando i collegamenti”.
 
Che si tratti della creazione improvvisata di un ritmo contagioso o tramite un remix di un brano classico Badu, guardare queste sinapsi è una cosa volutamente stimolante. Combinano senza sforzo i generi soul, hip-hop e breack beat in una miscela psichedelica, completando il tutto con un’esperienza visiva che contribuisce a stimolare la mente e, soprattutto, un equipaggio strabiliante di produttori musicali di alto livello.

Ve li presentiamo uno per uno:

1. Jah Born – HU-210 come la materia cerebrale  
corteccia aka grigia / pensiero di controllo

2. Erykah Badu – THC come sarah bellum aka midollo allungato 
noto come il ‘piccolo cervello’ / controlli della frequenza cardiaca

3. DJ Big Texas – SR141716 come sphenoid
osso nel cranio, che è conosciuto come ‘due grandi ali’

4. RC Williams – JWH-133 come mascellare
parte del cranio che fonde 2 tempi da sinfisi mentale

5. Symbolyc One – nabilone come corteccia somatosensoriale 
innesca la sensazione o esperienza del tatto

6. Rob libero – levonantradol come collicolo superiore aka substantia nigra
generatore di coordinazione occhio mano / sostanza nera nel mesencefalo

7. Picnic – Marinol come corpo calloso aka materia bianca
collega gli emisferi cerebrali destro e sinistro

8. A1 – Sativex come circonvoluzione cingolata
controlli di emozione, la memoria, l’elaborazione, l’apprendimento

9. Cleon Edwards – come Tetraidrocannabinolo aka Delta9
la principale sostanza psicoattiva trovata nella pianta di cannabis

 

Dati from: “MAMI” Maria Luisa Miraldi  
Radio Speaker” On Air every Wednesday on: coastocoastfm939

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.