Acid One, “Musica per pochi”

Riceviamo e pubblichiamo:

Musica per pochi è un disco che nasce dalla passione, di chi fa musica semplicemente perchè non può farne a meno, di chi crede in una forma d’arte al di là dei semplici numeri. Siamo lontani anni luce dagli stereotipi del rapper, dai testi traspare la vita provinciale, la disillusione, ma anche l’amore per il rap e la cultura hip hop.
Il disco si apre con la title track “Musica per pochi”, un passo lento e cupo introduce l’ascoltatore e traccia i contorni di una nicchia, sonora e mentale, percepita attorno alla musica. Un pezzo semplice nella sua ossatura: un beat, una strofa e degli scratch.Si passa al ritmo acido e sincopato di “Anatema Rap”, dissacratorio verso chi si proclama King di questa musica. La prima parte del disco è quella più ritmata, da Anatema Rap si passa a “Bile” e “Animali”, la prima insieme a Due Di Picche e la seconda con i Divieto.  A fare da spartiacque verso il lato più riflessivo la traccia strumentale “Senza Parole”. La voce di Vincent Price(o per essere precisi del suo doppiatore italiano) introduce “Ultimo Avamposto Verso Il Nulla”, un pezzo di amarezza e solitudine ma anche di cocciuta resistenza. La vita provinciale diventa l’ultimo avamposto della resistenza. La zona industriale è lo sfondo e lo state of mind di “Male”, mentre l’ultima traccia “2013 Odissea Nello Strazio”, sottolinea come la fine del mondonon sia avvenuta, ma allo stesso tempo non dà speranza a chi ascolta. In tutto il disco si fa largo uso di sintetizzatori, una delle passioni di Acid One, che ha curato oltre ai testi anche la produzione e la registrazione. Tutto è stato creato usando strumentazione hardware: campionatori, drum machine e synth sono i protagonisti delle produzioni, il computer e i virtual instrument sono tenuti alla larga(“giro manopole non un’applicazione”).

Tutte le basi sono di Acid One eccetto “Bile”, prodotta da Zenor X.
Ad accompagnare Acid ci sono vari ospiti, in ordine di apparizione troviamo:
Dj Ecate – scratch in “Musica Per Pochi”, collabora con Acid dai tempi dei primi demo in cassetta.
Due Di Picche – rime in “Bile”, Acid è toscano e Due di Picche di Bolzano, lontani geograficamente ma non nell’attitudine.
Divieto –  rime in “Animali”, gruppo storico fiorentino, formano con Acid One e Dj Ecate la Ciccia Cruda Crew.
Skanda – rime in “Ultimo Avamposto Verso Il Nulla”, membro dei Vomitorz, condivide con Acid l’amore per l’horror e il rap estremo.
Adria – rime in “2013 Odissea Nello Strazio”, una combo al disagio, c’è poco da aggiungere.

L’illustrazione in copertina è stata realizzata da Riccardo Sabbatini mentre la grafica è dello stesso Acid One.

L’album uè scaricabile direttamente dal sito www.acidone.it ed è inoltre disponibile in CD, un’edizione limitata che comprende anche tutte le strumentali.