Il nuovo canto (Rap) degli Italiani

Riceviamo e pubblichiamo:

150.. anzi 164 anni dopo..
dalla stessa città e con gli stessi attori,
dallo stesso centro storico…
un “gioco” intorno all’inno d’Italia

si presenta “Il Nuovo Canto (Rap) degli Italiani”

…l’inno d’Italia riscritto da Zero Plastica e “rimusicato” da Filarmonica Sestrese, la prima banda che, il 10 dicembre 1847 (14 anni prima dell’Unità), lo suonò per la prima volta ad Oregina

In occasione delle celebrazioni per i 150 dell’Unità d’Italia il Consorzio Pianacci, in collaborazione con Filarmonica Sestrese e Zero Plastica, hanno pensato di “rilanciare” da Genova una iniziativa di “gioco” …serio intorno all’Inno d’Italia rinnovando il pezzo con la partecipazione dei musicisti e degli autori delle due realtà artistiche genovesi.

Il progetto “Il Nuovo Canto Rap degli italiani” è una piccola operazione che vuole giocare a rinnovare l’inno e contribuire a promuoverne i significati e il senso.
Sul senso e il significato delle cose si basa quindi tutto il percorso e tutti gli ingredienti che hanno partecipato alla sua nascita.
De “Il Nuovo Canto (RAP) degli Italiani” è stata realizzata una prima esecuzione dal vivo, la scorsa estate, al Pianacci.

titolo: Il nuovo canto (RAP) degli Italiani
produttore: Consorzio Pianacci
ideatori: Enrico Testino, Carlo Besana
autori: Zero Plastica e La Filarmonica Sestrese
(Creative Commons authors: Federico Rosa, Lorenzo Pezzati, Matteo Bazzano)
etichetta: Creative Commons/Nomadic Wax Recordings
anno: 2011
testo di: Nio, Funky Lure
pre-produzione di: Riccardo “K” Kalb
registrato da: Zero Plastica
presso: Basement UnderGround Studio (Genova)
arrangiamento di: Matteo Bazzano
suonato da: La Filarmonica Sestrese
presso: Sestri Ponente, Genova
registrato da: Nicola Sannino?mixato
masterizza da: Nicola Sannino
film-maker & video editor: Simona Marziani