Pessimi Elementi – Gianco Macciou

Pessimi Elementi | Gianco Macciou

Rino, Della e Calca sono i Pessimi Elementi da Chiavari e Lavagna, Liguria.
Facente parte della Zena Art Core, una delle realtà più influenti del
nord-ovest, il trio si è presentato al pubblico proprio in uno dei prodotti
del progetto sopraccitato, “Buridda di ritmi”, in cui palesavano una buona
propensione al reggae, in parte rilevatasi anche in “Gianco Macciou”. Quest’
ultimo mi ha piacevolmente sorpreso: quello che sembrava un Ep sciallato,
per lo meno nella prima parte, nelle sue tracce centrali trova un aumento di
tensione dovuto ad un cambiamento di tematiche, che si fanno via via più
complesse, per poi ritrovare l’ iniziale spensieratezza nel finale col
dovuto inno alla ganja. Ed in queste variabili i tre si mostrano tutti bravi
nell’ interpretazione e discreti nell’ aspetto metrico: si cimentano in
tracce più critiche riguardanti l’ hip hop e la vita in generale e si
dimostrano parecchio lucidi e quasi mai banali, ma anche (ed è il loro
marchio di fabbrica) in bangers freschi e movimentati. Le produzioni
suonano, sono ben architettate: convincono e sono supportate da un mixaggio
preciso. Quasi interamente a carico di Della, tranne due interventi di
Niosiddarta, si standardizzano su un livello decisamente accettabile,
spaziando tra diversi sound senza calare di tono, dal più classico dei beat
hip hop al riddim reggae. In più, impreziosisce il tutto la bella e
coordinata voce di Clara, presente in diverse tracce ai ritornelli e il
solito ottimo scratch di Dj Kamo e di Dj Trinketto. Più colonna sonora dell’
estate che del buio inverno, ma “Gianco Macciou” si lascia ascoltare ben
volentieri. Conferme su conferme per la Zena Art Core, e non possiamo che
essere felici per quest’ ultima proveniente da un nome nuovo del rap
italiano. Nicola “Ragh” Pirozzi